Rotary Club International - Rotary Comacchio, Rotary Migliarino, Rotary Codigoro - Rotary Delta - Rotary Emilia Romagna - Rotary Delta - Club - Iniziative Culturali - Cultura
11/12/2018 01:07:32
Username
    password
    



Regolamento

40° della Fondazione del Club
Verbali delle Assemblee e dei Consigli Direttivi



Calendar



Gestione Soci
Gestione Extra
Gestione Links
Password di ROOT
 
Concerto a San Vito






Autore
Giorgio Zinna

Data
16/11/2017

di Luigi Bosi

Gran bel colpo, quello portato egregiamente a termine dal nostro Club (nella fattispecie da Daniela Bertelli, Luigi Giuliani, Fiorenzo Zannini e William Zappaterra, ideatori ed organizzatori dello splendido evento, con l‟apporto “esterno” di Giorgio Zinna) nella serata di sabato 18 novembre, in sostituzione della conviviale di venerdì 17.
Nel suggestivo e raccolto ambiente della Pieve di San Vito, un po‟ freddino per la verità per un improvviso guasto al sistema di riscaldamento, davanti ad un folto pubblico rotariano e non, si sono esibiti gli eccellenti musici del quartetto Geminiani, con un iniziale repertorio di musiche barocche (Bach, Boccherini, Pachelbel), al quale ha fatto seguito il delizioso quintetto per archi e clarinetto di Mozart KV 581, con l‟apporto del clarinettista Marcello Urbinati. Un vero successo, sottolineato a più riprese dai calorosi applausi del pubblico e, al termine, dalla richiesta di bis .
Il concerto è stato preceduto dal saluto del Presidente Sauro Sangiorgi, da quello del Sindaco di Ostellato Andrea Marchi e di Fiorenzo Zannini in rappresentanza degli organizzatori, mentre il Governatore Maurizio Marcialis, nell‟occasione più in veste di architetto che d‟altro, ha tracciato brevemente la storia rocambolesca dell‟antica Pieve. Questo piccolo gioiello, coevo della più illustre Abbazia pomposiana della quale riproduce, sia pure in tono minore, la classica struttura romanica, ha subito negli anni radicali stravolgimenti.
La sua facciata infatti, in origine orientata così come oggi la vediamo, nei secoli passati venne portata nella posizione diametralmente opposta. Roba da galera, ai giorni nostri!
L‟evento musicale, fiore all‟occhiello della bellissima serata, era stato preceduto da una messa di suffragio per i defunti rotariani del nostro Club, officiata da un energico don Raphael, il padrone di casa, felice che la sua Pieve per una sera venisse trasformata in un luogo d‟incontro “mon-dano”. Il consistente ricavato della serata, tolte le spese, sarà devoluto in parte per i lavori di restauro della Pieve stessa, e in parte a favore del-le ricerche del Prof. Zamboni, secondo le indicazioni del Progetto Consorti identificato per l‟anno rotariano in corso dalla nostra cara Flavia Marcialis. Complimenti, amici, per l‟ottima riuscita della serata!
   
Etichette: